Diocesi di Ales - Terralba


Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 


 

domenica 28 settembre 2014

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

«Pentitosi andò. I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio»

 

 

 

UN VERO SI

Un uomo aveva due figli… In quei due figli è rappresentato ognuno di noi, con in sé un cuore diviso, un cuore che dice «sì» e uno che dice «no», che dice e poi si contraddice: infatti non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio (Rm 7,15.19 ).
Il primo figlio che dice «no», è un ribelle; il secondo che dice «sì» e non fa', è un servile. Non si illude Gesù. Conosce bene come siamo fatti: non esiste un terzo figlio ideale, che vive la perfetta coerenza tra il dire e il fare. I due fratelli, pur così diversi, hanno qualcosa in comune: la stessa idea del padre come di un estraneo che impartisce ordini; la stessa idea della vigna come di una cosa che non li riguarda. Qualcosa però viene a disarmare il rifiuto del figlio che ha detto no: «si pentì». Pentirsi significa «cambiare mentalità, cambiare il modo di vedere», di vedere il padre e la vigna. Il padre non è più un padrone da obbedire o da ingannare, ma il capo famiglia che mi chiama in una vigna che è anche mia, per una vendemmia abbondante, per un vino di festa per tutta la casa. E la fatica diventa piena di speranza.
Hai detto sì all'amore di Dio, ma la cattiveria non è scomparsa dal tuo cuore. Così sei incapace di perdonare al tuo fratello. Hai detto sì alla luce di Dio, ma poi imbocchi il sentiero delle tenebre, là dove regnano le furberie e le menzogne. Hai detto sì alla pace di Dio, ma poi la tua lingua sparge maldicenza e diffonde calunnie. Non resisti alla tentazione di denigrare e di affossare l'altro. Hai detto sì alla parola di Dio, ma non te lo ricordi più ... Dio avrebbe tutte le ragioni per stancarsi di te. Ma è un Dio paziente ed attende ... Continua a credere in te e spera sempre che il tuo sì diventi un vero sì ... Un sì che libera tutte le energie positive presenti in te…

 


 

UN PERCORSO COMUNITARIO

 

“Col mese di settembre anche in parrocchia e all’interno dei singoli gruppi si è soliti darsi appuntamento per ridare slancio alle diverse iniziative. Non che durante il periodo estivo non si siano svolte delle attività. Ora giunge il tempo per ripartire! Nessuno è così povero da non poter offrire un proprio contributo perché la parrocchia sia sempre più comunità di corresponsabili e luogo ospitale e accogliente per tutti. C’è un progetto Diocesano: il Sinodo; c’è un progetto Parrocchiale: Famiglia e giovani. Punti di riferimento in cui c’è spazio per il sogno, e per la novità. Lavoro esaltante in cui emerge l’essere Chiesa perché, grazie a Dio, il prete non ce la può fare da solo. E allora è “obbligato” a ricorrere ai laici, giovani, adulti e anziani.
A guardare da vicino ci si accorge di tante sorprese, di tanta ricchezza, di tante risorse che rallegrano il cuore.
E’ bello riprendere la strada, camminare insieme, guidati dalla luce del Vangelo, sostenuti e animati dallo Spirito.

 


le novità della settimana:

- domenica 28 settembre a Terralba inizio del SINODO DIOCESANO. Con la Diocesi siamo uniti nella preghiera per invocare lo Spirito Santo che guidi i lavori sinodali.

La nuova mappa parrocchiale 2014!

 

Continua a consultare gli eventi e le novità di questa settimana...


 

torna ad inizio pagina